VIAGGIO IN AMERICA – 1898. L’album fotografico del conte Carlo Guicciardini

VIAGGIO IN AMERICA – 1898. L’album fotografico del conte Carlo Guicciardini, Testi a cura di Annalisa Marchi, ricerca redazionale Alessandro Cintelli, L’Immagine Ritrovata, 2007

Un grand tour alla scoperta del Nuovo Mondo quello che porta nel 1898 il conte Carlo Guicciardini da Usella in Val di Bisenzio  fino negli Stati Uniti d’America, raccontato oggi da questo album e dalle sue 247 fotografie d’epoca. Partenza in primavera da Genova con lo Spartan Prince, un vapore che batte bandiera inglese, dove Guicciardini fotografa spesso i suoi connazionali di terza classe, coloro che turisti non sono e che guardano dalla nave “le italiane spiagge” sparire all’orizzonte. L’itinerario è lungo e ricco, tre mesi per ammirare New York, Boston, Filadelfia, le Cascate del Niagara, New Port e spettacoli come Buffalo Bill.
Nelle belle foto d’epoca di Viaggio in America -1898. L’album fotografico del conte Carlo Guicciardini riprende vita un mondo che non esiste più, all’alba di un nuovo secolo che sarebbe stato attraversato da grandi sconvolgimenti.

48 pagine, brossura
Disponibilità: sì

Fossato nei ritratti e nei ricordi di famiglia. 
Catalogo-guida alla mostra

FOSSATO NEI RITRATTI E NEI RICORDI DI FAMIGLIA. 
Catalogo-guida alla mostra, 
a cura di Margherita e Silvana Torri, Quaderni dell’Immagine Ritrovata, 2000

Il volume Fossato nei ritratti e nei ricordi di famiglia ripercorre la vita sociale di questo piccolo borgo antico arroccato sulla valle della Limentra (comune di Cantagallo) che, nei secoli, non ha perso la sua anima medievale. Attraverso ritratti collettivi di gruppi che si mettono in posa nei giorni di festa, fotografie di famiglie numerose con indosso il vestito dell’occasione, rivivono le vicende di un paese spopolatosi inevitabilmente nel Dopoguerra.

64 pagine, brossura
Disponibilità: sì

Cavarzano

CAVARZANO, 
Annalisa Marchi, Quaderni dell’Immagine Ritrovata, luglio 2000

Le pagine di Cavarzano sono l’occasione unica per riappropriarsi delle lontane origini del paese montano nel comune di Vernio. Dalla presenza romana, ancora testimoniata dai numerosi toponimi latini presenti nel territorio, alla dominazione longobarda passando per gli Alberti e il Feudo dei Conti Bardi fino ad arrivare alle vicende dell’ultimo secolo con la fame, la fatica, l’emigrazione verso Maremma, Corsica e persino l’America: in questo volume c’è proprio tutto. A corredo di una suggestiva storia, numerose e splendide immagini d’epoca frutto di una ricerca partecipata.

106 pagine, brossura
Disponibilità: sì

Abiti da sposa e corredi nuziali. Catalogo-guida alla mostra

ABITI DA SPOSA E CORREDI NUZIALI
, Catalogo-guida alla mostra, a cura di Flavio Orlando, Quaderni dell’Immagine Ritrovata, Migliaia, 1997

Attraverso lo studio di documenti archivistici e potendo contare su numerose fotografie d’epoca inedite, il catalogo-guida alla mostra Abiti da sposa e corredi nuziali tratta di storia del costume in Val di Bisenzio (Prato), concentrandosi in modo particolare sull’evoluzione dell’abbigliamento da sposa e dei corredi nuziali negli ultimi secoli. Pizzi, bomboniere e foto ricordo: questo e molto altro in questo bel volume della collana Immagine Ritrovata.

58 pagine, brossura
Disponibilità: sì

Schignano

SCHIGNANO, Annalisa Marchi, Quaderno dell’Immagine Ritrovata, luglio 1996
Solo sei chilometri dividono Schignano da Prato, ma la distanza dai ritmi cittadini è infinitamente più grande. Schignano è un piccolo paese del comune di Vaiano la cui radici affondano in un passato lontano, a tratti mitico, fatto di ricchi possidenti e villeggianti estivi, di carbonai e umili contadini. Una storia, quella di Schignano, che è possibile riscoprire in questa pubblicazione attraverso documenti inediti, vicende e, soprattutto, preziose fotografie d’epoca, rigorosamente in bianco e nero.

92 pagine, brossura
Disponibilità: sì

Migliana

MIGLIANA, Annalisa Marchi, Quaderno dell’Immagine Ritrovata, Migliana 1995
Tante strade (bianche o asfaltate) ci portano oggi a Migliana, nel comune di Cantagallo (Prato), diventata negli anni attrazione per il turismo della domenica e per villeggiature estive. C’è stato un tempo, tuttavia, in cui gli abitanti del paese alle strade preferivano i sentieri, nel timore che con esse arrivassero i ladri, il rumore, la confusione della società moderna. Ed ecco perché ancora nel 1881 i collegamenti sono gli stessi del medioevo, i ragazzini imparavano presto ad arrangiarsi e a badare alla stalla e le donne praticano la bachicoltura. Uno spaccato di piccolo mondo antico che rivive grazie alle bellissime fotografie d’epoca dove il tempo sembra essersi fermato.

80 pagine, brossura
Disponibilità: sì