1917-2017 Donne in marcia contro la guerra

1917-2017 Donne in marcia contro la guerra

1917-2017 Donne in marcia contro la guerra

1917-2017 Donne in marcia contro la guerra

In occasione del centenario della marcia delle donne per la pace avvenuta in Val di Bisenzio e Prato nel luglio 1917, la Fondazione CDSE ha curato un calendario di eventi in collaborazione con Regione Toscana, Comune di Prato, Provincia di Prato, Comune di Vaiano, Comune di Cantagallo, Comune di Vernio e Archivio di Stato di Prato che vedrà lo svolgersi di manifestazioni, convegni, laboratori, mostre, camminate e concerti in tutto il territorio pratese dal 30 giugno al 9 luglio 2017.

Le manifestazioni inizieranno venerdì 30 giugno 2017 con l’inaugurazione di una mostra in Palazzo Buonamici, nella quale i ragazzi delle scuole secondarie di Prato daranno voce e immagini a Teresa Meroni e alle “centinaia di donne urlanti come furie” protagoniste della marcia pacifista.

Gli appuntamenti proseguono mercoledì 5 luglio alle 16,30 nel Salone Consiliare del Comune di Prato con un convegno dal titolo “Donne in cammino nella storia toscana tra 800 e 900”

Tanti eventi anche nel fine settimana 8-9 luglio, in cui tutta la Val di Bisenzio e Prato saranno coinvolti in una serie di appuntamenti per ricordare e rivivere la marcia.

Donne in marcia manifesto

I colori della terra e dell'anima. Omaggio a Mario Fabbrini | Vaiano 23 giugno - 9 luglio 2017

I colori della terra e dell’anima. Omaggio a Mario Fabbrini | Vaiano 23 giugno – 9 luglio 2017

I colori della terra e dell'anima. Omaggio a Mario Fabbrini | Vaiano 23 giugno - 9 luglio 2017

I colori della terra e dell’anima. Omaggio a Mario Fabbrini | Vaiano 23 giugno – 9 luglio 2017

Il Comune di Vaiano in collaborazione con la famiglia Fabbrini organizza la mostra pittorica “I colori della terra e dell’anima. Omaggio a Mario Fabbrini” curata dalla Fondazione CDSE. L’antologica dedicata al pittore vaianese comprende decine di dipinti, suddivisi in sezioni (il paesaggio, le marine, le figure, le nature morte, gli alberi e il senso della vita, le composizioni floreali, dopo la malattia), appartenuti agli eredi e alle famiglie del territorio. La mostra sarà visitabile dal 23 giugno al 9 luglio 2017 nel Salone Consiliare del Comune di Vaiano.
L’ingresso alla mostra è gratuito.

L’inaugurazione è prevista per venerdì 23 giugno 2017 alle ore 21.30 presso il Palazzo Comunale di Vaiano.

Gli orari di apertura della mostra sono i seguenti:

Dal lunedì al venerdì: 21-23
Sabato e Domenica: 18,30-23

 

 

Salone internazionale del libro di Torino | 18-22 maggio 2017

Salone internazionale del libro di Torino, 18-22 maggio 2017

Anche la Fondazione CDSE farà parte della compagine toscana al salone del libro di Torino. In particolare domenica 21 maggio2017 alle ore 15,30 la direttrice Alessia Cecconi terrà un intervento dal titolo “La difesa del patrimonio artistico in guerra come ponte tra civiltà” con la presentazione del volume del CDSE Resistere per l’arte. Guerra e patrimonio artistico in Toscana (Edizioni Medicea) nel padiglione dedicato alla Regione Toscana. Siete tutti invitati. In allegato trovate il programma completo dell’evento.

Castello (Luicciana) sabato 27 maggio 2017 | Il borgo di Castello tra storia e arte

Il Comune di Cantagallo in collaborazione con la Fondazione CDSE e la Biblioteca Popolare Petrarca organizza per sabato 27 maggio 2017 una giornata dedicata al borgo di Castello. Alle ore 16.00 presentazione del libro L’Oratorio di Castello a Luicciana di Cantagallo di Mario Bruschi. Al termine della manifestazione verrà offerto un piccolo ristoro dalla comunità di Castello.

Il ritrovo è fissato per le ore 15,30 presso la piazza del Trebbio, seguirà una breve passeggiata fino alla chiesa di Castello. Alla presentazione “Il borgo di Castello tra storia e arte” interverranno Alessia Cecconi (Fondazione CDSE), Raffaello Gioffredi (Corpo Forestale dello Stato), Mario Enrico Stefanacci (Biblioteca Petrarca). La cittadinanza è invitata a partecipare.

 

Orario Apertura CDSE e Archivio Storico Fotografico

La Fondazione CDSE è aperta al pubblico tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì con orario 15-18.

Per consultare l’archivio storico fotografico e avere consulenze per ricerche sul territorio, è necessario prenotare un appuntamento a info@fondazionecdse.it o telefonando allo 0574 942476 (pomeriggio). Per esigenze particolari sarà possibile fissare appuntamenti sia la mattina che il pomeriggio.

Voci e immagini di Montemurlo

Voci e immagini di Montemurlo: la memoria orale e visiva di un territorio
Il progetto, promosso dal Comune di Montemurlo e coordinato dalla Fondazione CDSE con la collaborazione di associazioni e volontari del territorio, prevede la creazione di un archivio di memoria orale e visiva del territorio di Montemurlo.

Il progetto parte dalla considerazione che l’area è stata fortemente soggetta negli ultimi sessant’anni a trasformazioni urbanistiche e demografiche: proprio per questo, rispetto anche ad altri comuni limitrofi, necessita più di altri di un recupero di tutte quelle che sono le fonti antropologiche (testimonianze orali e immagini fotografiche in originale e in riproduzione) in grado di testimoniare tale trasformazione.

Nella prima parte del progetto (iniziato nel 2014) sono stati ricercati, analizzati e digitalizzati i principali nuclei fotografici presenti sul territorio (fondi privati di famiglie, materiale degli uffici comunali, fondi di associazioni); la seconda fase ha previsto una campagna di interviste e video interviste legate in particolare alla II Guerra Mondiale e una parallela schedatura dei nuclei fotografici o delle singole fotografie rintracciate nel territorio. La terza fase ha portato alla creazione vera e propria dell’archivio.
Attualmente l’archivio è in continua implementazione e conservato presso la Biblioteca B. della Fonte di Montemurlo.

Per chi fosse interessato a partecipare o a mostrare le foto di sua proprietà può scrivere a  info@fondazionecdse.it o telefonare ai numeri 0574.942476 (tutti i pomeriggi dalle 15 alle 19) o 0574.558576.

Per le iniziative legate al progetto vedi:

Mostra case rurali a Montemurlo

Anteprima documentario sulle Memorie di guerra a Montemurlo

Raccontando il 1944 a Montemurlo: interviste a porte aperte 

Volti e terre di Montemurlo: calendario 2014

Foto di backstage del documentario

Proiezione documentario Voci e volti di Montemurlo in guerra 24 aprile 2014 

Progetto Prato CDSE

La Fondazione CDSE ha partecipato al bando del PIS (Progetto Integrato di Sviluppo per l’Area Pratese) promosso dalla Regione Toscana per il recupero e la valorizzazione delle aree a rischio degrado da parte della popolazione giovanile. Il progetto presentato dalla Fondazione CDSE “Immaginare, ascoltare… ricreare il lavoro” ha vinto il finanziamento ed è in fase di attuazione.

Il progetto consiste nell’indizione di un concorso in cui i giovani tra 18 e 30 anni (che abbiano compiuto 18 anni di età al 7 gennaio 2015, ma che non abbiano compiuto 30 anni di età al 7 gennaio 2015) della Provincia di Prato sono invitati a presentare un book fotografico di 10 scatti e un’intervista che raccontino la loro immagine di un luogo produttivo, di un’area artigianale, di una fabbrica della Val di Bisenzio… oggi a rischio degrado. Questo materiale, oltre a fornirci una “mappatura giovanile” delle zone ex industriali abbandonate, andrà a formare il primo nucleo di un archivio permanente della memoria del lavoro, presso la Fondazione CDSE. Tutti i partecipanti al concorso avranno la possibilità di esporre i loro lavori in una mostra conclusiva e otterranno un attestato di partecipazione e una pubblicazione storica curata dalla Fondazione; i vincitori under 30 (per un massimo di 3) avranno la possibilità di usufruire di una o più borse di studio fino a un massimo di 3 per un totale di 1500,00 euro lordi complessivi sotto forma di voucher (1.125,00 netti) e corrispondenti a 150 ore di attività da svolgersi presso la Fondazione CDSE con le mansioni di digitalizzazione e archiviazione del materiale raccolto. Le storie così collezionate forniranno la base per due visite guidate teatralizzate nei luoghi ex industriali individuati tramite il concorso. Tutti gli elaborati presentati saranno esposti in una mostra conclusiva presso i locali del recuperato Centro Giovani di piazza 1° Maggio a Vaiano.

Per informazioni: progetti@fondazionecdse.it; info@fondazionecdse.it; 3358498366

Sito internet del Progetto Prato

Facebook Progetto Prato

Attachments:

Regolamento progetto prato CDSE

Volti e terre di Montemurlo: calendario 2014

Calendario 2014 ‘Volti e terre di Montemurlo’, con immagini storiche e cartoline d’epoca. Sabato 30 novembre è stato presentato il nuovo calendario storico del comune di Montemurlo alla presenza di Mauro Lorenzini, Sindaco di Montemurlo, Giuseppe Forastiero, Presidente del Consiglio Comunale e Alessia Cecconi, direttrice Fondazione CDSE. Il Calendario è a cura della Fondazione CDSE, Associazione Saraceno Cinecub e Gruppo Fotografico ZOOM (ZOOM).

Tutti i cittadini possono ritirare il calendario presso il bancone della Biblioteca Comunale di Montemurlo dietro un contributo libero che andrà a finanziare il progetto di catalogazione di foto storiche di Montemurlo.
Per informazioni: info@fondazionecdse.it.

Volti e terre di Montemurlo: un calendario e un progetto

Il calendario ‘Volti e terre di Montemurlo’ nasce da un progetto del Comune di Montemurlo e della Fondazione CDSE finalizzato alla creazione di un archivio di memoria orale e visiva del territorio montemurlese.

L’iniziativa parte dalla considerazione che l’area è stata fortemente soggetta negli ultimi sessant’anni a trasformazioni urbanistiche e demografiche e per questo necessita di un profondo lavoro di recupero e conservazione delle testimonianze orali e delle immagini fotografiche in grado di registrare tale trasformazione.

Grazie alla collaborazione di numerosi volontari e in particolare dell’Associazione Gruppo Fotografico ZOOM (ZOOM) e Saraceno Cineclub, nel corso del 2013 è iniziata una raccolta di nuclei fotografici presenti sul territorio (fondi privati di famiglie, materiale degli uffici comunali, fondi di associazioni) e di interviste audio-video a testimoni sulla trasformazione di Montemurlo e sul passaggio della II Guerra Mondiale.

Nella ricerca dei fondi fotografici sono apparse di estremo valore le centinaia di riproduzioni da foto antiche realizzate tra gli anni Ottanta e i Novanta dal Gruppo Fotografico ZOOM (ZOOM) per ricerche specifiche sul territorio. Esse offrono una base di partenza per l’archivio da arricchire in futuro con i contributi di privati ed istituzioni.

Proprio alcune di queste preziose fotografie sono state catalogate, digitalizzate e restaurate per la produzione del calendario. Le immagini scelte, sia quelle note a un pubblico appassionato che quelle inedite, offrono uno spaccato vivido non solo dei paesaggi incontaminati e dei campi pazientemente lavorati dai mezzadri, ma anche dei volti di una comunità che il passaggio della Guerra e le trasformazioni dei decenni successivi avrebbero cambiato per sempre.

Per chi fosse interessato a partecipare al progetto o a mostrare le foto di sua proprietà può contattare la Fondazione CDSE (www.fondazionecdse.it), scrivendo a  info@fondazionecdse.it o telefonando ai numeri 0574.942476 (lunedì e giovedì dalle 15 alle 19) o 0574.558576 (mercoledì dalle 15 alle 18).

Itinerari di Guerra e Resistenza

1944-2014
In occasione del 70° anniversario della Liberazione della Valdibisenzio e di Montemurlo, la Fondazione CDSE, in collaborazione con la Regione Toscana (Settore Musei ed Ecomusei, Progetti per la cultura della Memoria), ha realizzato una guida che presenta 6 itinerari della memoria nei territori della Val di Bisenzio con indicazione dei percorsi e dei luoghi significativi.
La guida è introdotta da una breve cronologia dei fatti salienti e dai luoghi e istituzioni sulla II GM presenti nel territorio con i vari recapiti. Ogni itinerario è presentato da un’introduzione storica, da una descrizione del percorso con mappa, e da indicazioni tecniche relative alla difficoltà del percorso.
Il progetto è finanziato dalla Regione Toscana.

E’ possibile scaricare gratuitamente da questa pagina il pdf della guida ‘Itinerari di Guerra e Resistenza in Val di Bisenzio’ e ulteriori contenuti aggiuntivi:

-Performance ‘Segmenti di Linea Gotica’ di Ivano Cappelli realizzata il 27.04.2014 nei pressi del Rifugio Cave di Cantagallo (PO). Guarda il Video
Museo della Deportazione e della Resistenza di Figline (Prato)

Memoriale di Valibona (Comune di Calenzano)

Associazione Linea Gotica Alta Val Bisenzio (Vernio)

Rifugio Le Cave (Cantagallo)

Attachments:

Tavole con indicazioni coordinate postazioni Linea Gotica Cantagallo CDSE
Itinerari guerra Valbisenzio CDSE
Coordinate gps postazioni Linea Gotica Cantagallo CDSE

Anniversario della Liberazione di Montemurlo 11 settembre 2014

Celebrazione anniversario della Liberazione di Montemurlo 11 settembre 2014

Programma
ore 10,30 – Piazza Donatori del Sangue. Deposizione corona di alloro al Monumento ai caduti
ore 10,45 – Sala “C. Banti” Saluto del Sindaco Mauro Lorenzini
Proiezione anteprima documentario sulle Memorie di guerra a Montemurlo a cura della Fondazione CDSE e dell’Associazione Saraceno Cineclub. Interverranno: Alessia Cecconi, direttrice della Fondazione CDSE, Simone Cinelli Presidente Associazione Saraceno Cineclub.

Il video che verrà proiettato in Sala Banti alle 10.45 è un’anteprima di un documentario che Fondazione CDSE e Associazione Saraceno Cineclub stanno girando per raccogliere tutte le ultime testimonianze di guerra del territorio di Montemurlo e ricostruire gli eventi del 1944. Il video mostrerà un montaggio delle prime dieci interviste raccolte: sono racconti emozionanti e vari, che offrono uno spaccato dell’epoca. Si va dal racconto del reduce di guerra e del suo commovente ritorno a casa a Montemurlo, ai partigiani combattenti che ricordano i principali scontri accaduti tra il Monteferrato e il Pistoiese; dalle memorie disincantate dell’allora ragazze del Borghetto di Bagnolo e dei loro rapporti con tedeschi e alleati, ai tragici ricordi degli adolescenti che persero amici e parenti con lo scoppio delle mine nell’Agna o a chi non vide più tornare il padre morto nei campi di concentramento.

Queste interviste sono la prima parte di un progetto che proseguirà nei prossimi mesi andando a formare il primo archivio di memoria orale sulla guerra a Montemurlo.

On line il video sulla serata dedicata al Piroscafo Oria il 6 luglio

On line il video sulla serata dedicata al Piroscafo Oria il 6 luglio
E’ possibile visualizzare e scaricare il video dell’evento “Da Rodi a Vaiano. Il misterioso naufragio del Piroscafo Oria nel 1944”, un’occasione per rivivere una serata di storia e memoria ricca di emozioni, a cura del Comune di Vaiano e della Fondazione CDSE.

 

Prima Parte

 

Seconda Parte

 

Terza Parte

 

Quarta Parte

 

Contenuti Extra

6 luglio 2014 giornata dedicata al Piroscafo Oria

Domenica 6 luglio, dalle ore 15.00 Vaiano, Villa del Mulinaccio
Comune di Vaiano e Fondazione CDSE, in collaborazione con la Regione Toscana e con la rete dei familiari dei caduti, organizzano La storia del Piroscafo Oria 1944-2014: video racconto del viaggio in Grecia in occasione del 70° anniversario della tragedia e nuove scoperte tra storia e memoria.
Diretta streaming dell’evento dalle 15,00 del 6 luglio 2014 a questo indirizzo: diretta Oria

Durante il pomeriggio sarà proiettato il video dell’inaugurazione del monumento in Grecia e di tutto il viaggio della memoria (febbraio 2014, dove ha partecipato anche una delegazione del comune di Vaiano); saranno presentati i vari progetti condotti quest’anno in Italia sulla storia del Piroscafo e resi noti i nuovi risultati del progetto realizzato dalla Fondazione CDSE e dalla Regione Toscana sui caduti toscani nella tragedia. Ingresso gratuito.

Per maggiori informazioni scrivere a info@fondazionecdse.it
Leggi anche: progetto piroscafo Oria Regione Toscana-Fondazione CDSE
Link al sito sulla storia del Piroscafo Oria: www.piroscafooria.it

 

Locandina Oria 76 luglio