1917-2017 Donne in marcia contro la guerra

Luglio 1917. Centinaia di donne entrano in sciopero, si radunano davanti ai luoghi di potere e protestano nel pratese e in Val di Bisenzio. Sono madri e mogli di uomini al fronte, sono operaie delle fabbriche tessili, contadine e mezzadre. Vogliono far sentire la loro voce contro la miseria e la guerra. Guidate dalla sindacalista Teresa Meroni chiedono pace e diritti.
Comincia così la marcia pacifista del 1917, che mobiliterà circa 1.500 donne, molte  delle quali dall’alta Valdibisenzio arriveranno fino a Prato. Saranno insultate, assalite, arrestate, processate. Ma la loro rivolta infrange il silenzio imposto al fronte interno. Questa storia compie oggi cento anni. 

La Fondazione CDSE, con la Regione Toscana, la  Provincia di Prato, i Comuni di Prato, Vaiano, Vernio e Cantagallo e in collaborazione l’Archivio di Stato di Prato e l’Istituto Storico della Resistenza in Toscana celebrano l’anniversario con mostre, incontri, laboratori, spettacoli e visite guidate ai luoghi della marcia dal 30 giugno al 9 luglio 2017.

PROGRAMMA DI TUTTI GLI EVENTI: Donne in marcia pieghevole

GUARDA LA RASSEGNA STAMPA DEGLI EVENTI: RASSEGNA STAMPA

 

Posted in Archivio progetti, Progetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *